Presentatore asta immobiliare

Condividi su facebook
Condividi su Facebook

 

Presentatore asta immobiliare

Il novellato art. 569 c.p.c. prevede che a decorrere dal 10 aprile 2018 le vendite giudiziarie di immobili posti all’asta venga effettuata in modalità completamente telematica.

Il legistatore ha pertanto stabilito che: “…la presentazione delle offerte, lo svolgimento della gara tra gli offerenti e, nei casi previsti, l’incanto, nonché il pagamento del prezzo, siano effettuati con modalità telematiche…

Per chi non è particolarmente avvezzo all’utilizzo delle nuove tecnologie digitali, la nuova normativa pone ostacoli insormontabili: utilizzo della pec e della firma digitale, oltre ad una serie di procedure di carico, scarico e ricarico di file dal sito del Ministero della Giustizia.
Si tratta di una procedura talmente macchinosa che il solo salto di un passaggio, rischia di invalidare l’intera offerta. Se al tutto sommiamo la periodica irraggiungibilità del sito del Ministero e l’innumerevole mole di dati da inserire nella richiesta, è facile rendersi conto come una potenziale porzione di possibili offerenti interessati ad aggiudicarsi l’immobile posto all’asta, venga di fatto esclusa dalla partecipazione.
Tra l’altro, anche la richiesta di poter visionare l’immobile di eventuale interesse, deve essere fatta in modalità telematica dal sito del Ministero. Fortunatamente, la nuova procedura, prevede al suo interno, oltre alla figura dell’offerente, che poi è quello che effettivamente andrà ad aggiudicarsi l’immobile messo all’asta, anche quella del “Presentatore d’Asta Telematica” che può essere persona “terza”, purché fornito di regolare Procura Speciale.

A tutto questo, con una piccola spesa, possiamo pensarci noi:
– Valutazione dell’immobile posto all’asta;
– consultazione di tutti i documenti inerenti alla vendita, eventali difformità del bene, spese occulte da affrontare, – vincoli giuridici dell’immobile posto all’asta;
– consultazione delle perizie redatte dai tecnici del Tribunale;
– richiesta di visita dell’immobile al professionista delegato della vendita;
– redazione della procura speciale per partecipare all’asta;
– invio busta telematica al Ministero;
– partecipazione all’Asta Telematica con rilancio fino all’importo stabilito dall’offerente.
– Assistenza al pagamento successivo all’aggiudicazione del bene immobile, fino all’emissione del Decreto di trasferimento della proprietà, da parte del Giudice dell’Esecuzione.

dott. Roberto Pano

 

© Riproduzione riservata

Potrebbe interessarti anche:

intesa

Intesa Consumatori

Intesa Consumatori fu la federazione delle quattro maggiori associazioni di consumatori in Italia (Adusbef, Codacons, Adoc, Federconsumatori). Naque il 5 …

continua »
fideiussione bancaria

La Fideiussione bancaria

Vorresti capire cos’è la fideiussione bancaria? Leggi questo articolo e ne saprai di più. La fideiussione è la garanzia che …

continua »
educazione finanziaria

Educazione finanziaria

L’educazione finanziaria è la capacità di comprendere i meccanismi dell’economia nella nostra vita E’ una conoscenza fondamentale per vivere in …

continua »
Torna su