La cessione del quinto dello stipendio

Condividi su facebook
Condividi su Facebook

La cessione del quinto dello stipendio

Spiegazione di cos’è questo particolare tipo di prestito: la cessione del quinto dello stipendio

Esso rientra tra i prestiti non finalizzati cioè non legati all’acquisto di un determinato bene, non vi è quindi la necessità di dichiarare la finalità.
Può richiedere la cessione del quinto solo chi ha uno stipendio o una pensione.
Non a tutti i dipendenti viene approvato il finanziamento poiché devono avere un lavoro stabile (contratto a tempo indeterminato) e in un’azienda solida.
Tutti i dipendenti pubblici e statali rientrano sicuramente in tale categoria.
Per i dipendenti di aziende private invece c’è una valutazione del datore di lavoro. Sono escluse le aziende in crisi, troppo piccole (almeno 16 dipendenti), società di persone e ditte individuali.

La garanzia del rimborso dalle rate al finanziatore viene data dall’assicurazione obbligatoria. Essa copre il rischio vita e la perdita di lavoro del richiedente.
In caso di perdita del posto di lavoro chi ha avuto il prestito non riuscirebbe a ripagare le rate e quindi se il rischio è alto non ci sono società assicurative che assicurano.
In caso di morte o di invalidità permanente la compagnia assicuratrice rimborsa il debito residuo senza rivalersi sugli eredi o sul TFR.
In caso di perdita del lavoro per qualsiasi motivo (licenziamento, dimissioni, chiusura azienda, ecc.) l’assicurazione rimborsa il debito rimasto ma resta creditrice verso il debitore principale (l’ex dipendente).
Non vengono richieste altre garanzie ed è a firma singola.

Il finanziamento massimo ottenibile dipende dallo stipendio e dagli anni di anzianità lavorativa.

La rata può essere al massimo un-quinto dello stipendio netto. Essa viene versata dal datore di lavoro alla società finanziaria prelevandola direttamente dallo stipendio.
La cessione del quinto è un diritto del lavoratore e l’azienda non può rifiutarsi di procedere.
Il dipendente può avere l’approvazione anche in caso sia un cattivo pagatore, con problemi con altri prestiti.
Chi valuta di ottenere questa forma di finanziamento dovrebbe poter confrontare più preventivi. L’elemento più importante è il TAEG che è il tasso d’interesse applicato comprensivo di tutte le spese.

Dott. Gianluca di Marzio

Potrebbe interessarti anche:

Truffe prestiti online

Truffe prestiti online

Come riconoscere le truffe rivolte a chi cerca un prestito su internet I vantaggi di cercare ed ottenere un prestito …

continua »
cessione quinto pensione

La cessione del quinto della pensione

La cessione del quinto della pensione è una particolare forma di prestito rivolta ai pensionati. La rata del prestito è …

continua »
Prestiti personali autonomi

Prestiti personali autonomi

Ai lavoratori autonomi proponiamo prestiti personali con ottimi tassi d’interesse. Il massimo che si può richiedere è 30.000 euro. L’autonomo …

continua »
prestito cambiali

Prestito cambializzato

Stai cercando informazioni sui prestiti cambializzati? Ecco una breve spiegazioni di cosa sono e di come richiederli. La forma del …

continua »
prestito cessione quinto

Prestito e cessione del quinto dello stipendio

Se hai già fatto una ricerca per un prestito probabilmente ti sarai imbattuto nella cessione del quinto dello stipendio. Chiariamo …

continua »
Prestiti personali statali

Prestito finalizzato

Chiariamo bene cos’è il prestito finalizzato? E’ una forma di finanziamento molto diffusa in Italia, consiste nell’abbinare un acquisto a …

continua »
Torna su